MaTer
Seguici

Search

About
  -    -  About

Space Mater

La Galleria Space Mater di Todi propone una piattaforma web che intende promuovere un’accurata selezione di artisti umbri e giovani emergenti del territorio. Una “vetrina” pensata e voluta come luogo di sinergia delle idee, in cui far confluire simultaneamente diverse espressioni artistiche.

 

PER INFORMAZIONI SULL’ACQUISTO CONTATTAMI QUI:
Dir. Marta Angeli Coarelli
+39 392 21 86 615
info@spacemater.com
Facebook | Space Mater
Instagram | @spacemater

Contemporary Art

Marta Angeli Coarelli

(Direttrice e curatrice)

Accademia del Lusso – Milano | Event planner e public relations.
NID – Nuovo Istituto Design di Perugia | Interior design e product design.

Un percorso che mi ha portata a capire che l’arte, la creatività, la ricerca del bello e le connessioni luminose con gli artisti, faranno sempre parte della mia vita. A Settembre 2019 ho fondato la Space Mater Gallery ed associazione culturale a Todi nella mia città natale. Una galleria d’arte contemporanea, ora piattaforma web per affermati artisti umbri ed emergenti, che lancerò nel mercato europeo più vasto.

 

Arianna Bettarelli

(Co-curatrice e project advisor)

Studiosa d’arte, dopo il corso triennale in Beni e Attività culturali all’Università degli Studi di Perugia, si specializza in arte contemporanea nel biennio di Arti Visive presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna. La sua personale ricerca affonda le radici nello studio artistico-antropologico del corpo nell’ambito del travestimento e del travestitismo a cui dedica la prima tesi di laurea dal titolo “Oltre il tempo, oltre il corpo. Il travestimento nell’arte del Novecento.” Il tema viene poi riletto in chiave architettonica nella tesi magistrale intitolata “Architettura dell’impronta, l’impronta nell’Architettura. Le Corbusier e Herzog & de Meuron”, elaborato in cui indaga la superficie del volume costituita da interventi tecnici di natura automatica quali calcestruzzo armato, stampa, serigrafia e fotografia. La corrispondenza tra il corpo fisico e quello architettonico nell’atto della vestizione e del denudamento le hanno permesso di esplorare la dimensione del limite come zona dell’incontro, dello scontro e del possibile. Oltre a tirocini curricolari in ambito didattico e galleristico, alcuni suoi interventi critici sono apparsi in cataloghi di mostre e articoli di riviste specializzate. Negli ultimi mesi ha curato mostre ed eventi di performance site specific. Attualmente collabora con gallerie e associazioni culturali nonché entità private come assistente d’artista e project advisor.

Category:

Date:

Tags:

English EN French FR German DE Italian IT Spanish ES